Consigli utili da mettere in pratica

COSTRUIRE UNA PENSILINA

Le pensiline in kit si trovano in diverse misure, lineari o curve, sagomate in vari modi per meglio adattarsi a qualsiasi estetica.
Non occorre demolire per annegare nella muratura zanche o altri rinforzi, bastano 2-3 fori per lato per fissare i montanti, centrati rispetto alla porta e all’altezza più opportuna. E’ indispensabile che i montanti si trovino a piombo ed alla stessa altezza, pertanto prima di praticare i fori passanti nel primo montante, lo si accoppia ad una striscia di compensato di uguale lunghezza; forando anch’esso, si ottiene una maschera con cui ripetere i fori sull’altro montante e riportare l’esatta posizione in facciata dei tasselli.
Per distanziare correttamente gli arcarecci ci si aiuta con alcune tegole sistemate provvisoriamente prima del fissaggio, per determinare un interasse che assicuri un appoggio sicuro alla copertura.
Occorrono anche un canale frontale per la raccolta dell’acqua con bocchetta di scarico e due scossaline, le cui giunte vanno sigillate accuratamente con rivetti e silicone idoneo.

Montanti, arcarecci e saette di rinforzo, più la viteria per l’assemblaggio, si possono trovare in kit. Bisogna procurarsi a parte le barre filettate con dadi e rondelle, le calze e l’ancorante chimico per il fissaggio alla muratura, più le perline per il sottotetto, le tegole e la lattoneria necessaria per la raccolta e il deflusso delle acque piovane.

Montare e rivestire

  1. l’intersezione dei travetti va stabilizzata con una coppia di viti.
  2. ad avvenuta presa dell’ancorante si montano gli elementi portanti calzandoli sulle barre filettate e serrando bene con dadi e rondelle.
  3. gli arcarecci si avvitano agli spioventi; conviene sagomare una piattina da fissare al muro ed alla parte superiore degli spioventi, in modo da alleggerire lo sforzo che graverebbe soltanto su di essi e contrastare la tendenza dell’insieme a protendersi verso l’esterno.
  4. le perline si inchiodano agli arcarecci.

Le perline si verniciano prima del loro montaggio; anche la struttura va trattata prima del fissaggio alla muratura, ma in questo caso montanti e saette dispongono di incastri a puzzle e vanno preassemblati.

La sicurezza del chimico

  • si fora prima con una punta da 6 mm, poi si allarga il foro e si inserisce la calza, verificando che la profondità permetta l’appoggio del collare al muro, quindi la si riempie per 2/3 con l’ancorante chimico (1. e 2.).
  • la barra filettata va introdotta ruotandola per impastarla con l’ancorante; la quantità che fuoriesce va prontamente rimossa, avendo cura di non sporcare la parte di filetto che affiora dalla muratura (3.).

Scarica Consiglio Utile .pdf - 386.02 kb

Cerca il punto vendita

Scopri il negozio più vicino a te