Consigli utili da mettere in pratica

MONTARE LA PLAFONIERA

Installare la plafoniera

Si appoggia a soffitto la base della plafoniera in prossimità dei conduttori e nella posizione corretta per segnare i punti in cui praticare i fori dei tasselli.

Utilizzando una punta da muro di diametro uguale a quello dei tasselli si fora sui punti tracciati. Con il raccoglipolvere si evita di disperdere i residui di foratura.

Si utilizzano tasselli con terminale a vite; la parte espandente in plastica deve penetrare completamente nella muratura, con il collare a filo del soffitto.

Si avvita l’anima riflettente alla base e si collegano i conduttori, dopo averli accorciati alla lunghezza necessaria ed averne spellato le estremità. Si fanno passare i conduttori nel foro di passaggio del portalampada e si fissa la base senza tirare troppo, in quanto le viti fanno presa sulla plastica.

Il montaggio di un nuovo punto luce comporta, prima ancora dei collegamenti elettrici, il suo fissaggio alla muratura; quando si dispone di una base si utilizzano normali tasselli ad espansione a vite, ma se si tratta di una luce sospesa occorre montare un tassello con terminale ad occhiolo aperto o chiuso, dopo essersi accertati se si ha a che fare con muratura forata o piena.
Per gli impianti sottotraccia, se si deve applicare il punto luce a parete è facile ipotizzare da dove arrivano i conduttori che affiorano dal muro ed evitare cortocircuiti; in bagno ed in cucina, però, potrebbero correre nelle vicinanze le tubazioni idrauliche, è quindi meglio controllare con un rilevatore di metalli per non combinare danni.

Sul bordo del diffusore ci sono 3-4 aperture che corrispondono ad altrettanti rialzi sulla base; si fanno combaciare e si ruota il diffusore per bloccarlo.

A soffitto, al contrario, non sempre è possibile capire il percorso dei conduttori, specialmente dovendo montare una lunga plafoniera che utilizza tubi al neon ed il rilevatore diventa indispensabile.
La scelta della plafoniera è obbligatoria quando il soffitto è basso e un lampadario diventa troppo ingombrante; il suo montaggio è abbastanza facile e si realizza con pochi e comuni utensili. Per scegliere la lampadina occorre leggere con attenzione le caratteristiche riportate sulla confezione o sul corpo della lampada per sapere qual è la potenza massima che può essere adottata; vengono prese come riferimento le lampadine ad incandescenza, in quanto scaldano molto e lavorano spesso in un ambiente chiuso.

Montare l'applique

Si copiano i fori della piastra a parete tenendola in bolla, verificando che la lunghezza dei cavi sia sufficiente a raggiungere il portalampada; si fora, si inseriscono i tasselli e si avvita la piastra.

Si effettuano i collegamenti elettrici e si monta una lampadina, verificando che la potenza sia uguale o comunque non superiore a quella indicata dal costruttore. Prima di montare il diffusore si riattiva la tensione per essere certi che tutto funzioni.

Scarica Consiglio Utile .pdf - 362.81 kb

Cerca il punto vendita

Scopri il negozio più vicino a te