Consigli utili da mettere in pratica

MONTARE UNA PORTA INTERNA

Animella e zanche

In una nuova costruzione le animelle vengono collocate in sede perfettamente in bolla, quindi le zanche metalliche vengono saldamente fissate alla muratura con un ricco impasto cementizio.
A presa avvenuta si possono togliere gli elementi diagonali dell’animella e procedere con il montaggio della porta.

Nelle abitazioni meno recenti si possono trovare misure “fuori standard”.
Nel caso più favorevole (dimensioni standard) basta asportare le ante e togliere bordini e telaio, lasciando l’animella in legno inserita nella parete.
In caso contrario bisogna rimuovere tutto e montare un nuovo controtelaio.
Le nuove porte (con relativi telai e bordi di rifinitura) si montano rapidamente avvitando i telai alle animelle, inserendo gli opportuni spezzoni, fissando i bordini e calzando l’anta sui cardini.
Bisogna fare attenzione durante l’avvitatura del telaio a non “tirare” troppo le viti
da un lato più che dall’altro per non mandare “fuori squadra” la porta.

Telaio e bordini

  1. con quattro cunei di legno si blocca il telaio centrandolo sullo spessore della parete e controllandone la perfetta verticalità. La porta va aperta e chiusa più volte per verificare che non strisci contro il pavimento.
  2. quando la porta è a posto si avvita il telaio all’animella: la testa delle viti viene occultata con i tappini in dotazione.
  3. per fissare i bordini si stende, preliminarmente lungo il bordo dell’animella, un adesivo acrilico. I bordini vengono solitamente forniti in aste su misura per la porta; il traverso superiore va portato a misura. Negli angoli i bordini si tagliano a 90° o a 45°.
  4. i bordini si applicano sull’adesivo, gli angoli si portano a preciso contatto e poi si effettuano aggiustaggi di posizione magari con piccoli spessori che compensino irregolarità.

La porta a scomparsa

Il cassonetto in cui scorre la porta è una struttura metallica rivestita da un grigliato che consente l’aderenza dell’intonaco. Viene fornita una serie di distanziatori, profili di telaio e alette, che consentono il montaggio del telaio ed il fissaggio del cassonetto. Si fissa il cassonetto a pavimento e a soffitto con tasselli e viti. Con distanziatori, squadra e livella si sistema il cassonetto puntellandolo provvisoriamente.
Il primo strato di intonaco si stende con la cazzuola e si regolarizza con una riga di legno; ad intonaco rappreso, si rifinisce con una malta più fine in grassello di calce.

Scarica Consiglio Utile .pdf - 450.48 kb

Cerca il punto vendita

Scopri il negozio più vicino a te