Consigli utili da mettere in pratica

SEMINARE E CURARE IL PRATO

La semina

  1. un carrello per semina permette una distribuzione regolare e continua dei semi sul terreno appena lavorato.
  2. si prepara una miscela di torba e sabbia, in proporzioni variabili a seconda della natura del terreno.
  3. si distribuisce la miscela a spaglio facendo uno strato leggero, bastano pochi millimetri, in modo da proteggere i semi senza soffocarli.
  4. alcune passate con un rullo aiutano ad interrare i semi appena sparsi favorendone l’attecchimento, oltre a livellare e compattare la superficie.

Innaffiare, tagliare, arieggiare

Un’irrigazione eccessiva favorisce marcescenze e la formazione di muschio; bisogna evitare di bagnare il prato nelle ore di forte insolazione, gli steli possono bruciarsi a causa dell’effetto lente generato dalle goccioline d’acqua.
Il prato va tagliato almeno una volta a settimana nei periodi di maggior crescita: occorre meno tempo, si mantiene il verde brillante, si evita la proliferazione di erbacce e si rinfoltisce il tappeto.
L’erba dev’essere ben asciutta. Tra le operazioni importanti da fare prima della
ripresa primaverile c’è l’arieggiatura del prato: questo sistema permette di rompere la crosta superficiale ed incorporare ossigeno, inoltre elimina muschi ed infeltrimenti.

L'importanza delle sementi

Prima di seminare un prato occorre conoscere la natura del terreno, per apportare le eventuali modifiche al supporto.
Si può prendere una manciata di terra asciutta e stringerla nel pugno: se, riaprendo la mano, scivola via, vuol dire che il terreno è sabbioso, se rimane compatta è di natura argillosa. Per avere un prato in salute bisogna fare in modo che non ci siano ristagni d’acqua, adottando sistemi di drenaggio e livellando la superficie.
Per evitare le delusioni di una mancata o incompleta germinazione, si possono acquistare rotoli formati da un substrato con erba già sviluppata: basta disporli affiancati e sfalsati su un terreno ben livellato, come si fa per la moquette, rivestendo per ultime le porzioni discontinue.

La scelta delle sementi per il tappeto erboso è di primaria importanza e deve tener conto di varie condizioni locali: l’estensione delle zone in pieno sole, di quelle ombreggiate o in mezz'ombra, del tipo di calpestio. Per ciascuna di queste
condizioni particolari esistono in commercio miscugli specifici.

Se le sementi sono di ottima qualità le piantine appena nate sono fitte, robuste e nel prato non ci sono zone vuote.

Scarica Consiglio Utile .pdf - 447.59 kb

Cerca il punto vendita

Scopri il negozio più vicino a te