Consigli utili da mettere in pratica

SMALTI E VERNICI PER LEGNO

La sverniciatura

L’applicazione di smalti coprenti o di vernici che rispettino l’aspetto del legno esaltandone la venatura è principalmente una scelta estetica, influenzata anche dal livello di pregio del manufatto. In ogni caso, la superficie dev’essere levigata e priva di irregolarità, rimuovendo la vecchia finitura e rimediando a scheggiature o parti mancanti.
Prima di applicare lo smalto occorre stendere almeno una mano di cementite per un buon aggrappaggio della finitura. I prodotti “di fondo” colmano anche le piccole imperfezioni e vanno stesi rispettando il senso della vena, per evitare di rizzare il pelo. Si carteggia leggermente e si applica una prima mano, da lasciar essiccare bene; se occorre si carteggia nuovamente e si applica la seconda mano.
Se l’aspetto del legno rimane a vista, bisogna chiudere i fori dei tarli (previa applicazione di un antitarlo) e ripristinare le zone rovinate con prodotti in pasta dello stesso colore.
Si stende una mano di turapori e si vernicia, con un prodotto trasparente, lucido o opaco, o tingente, per scurire il legno. Anziché verniciare, se il legno si presenta
già bello, si può finirlo a cera, ma la ceratura non protegge la superficie quanto
una verniciatura, anche se esalta la bellezza del mobile. Più complessa l’applicazione della gommalacca a tampone, che richiede diverse mani.

  1. per asportare lo strato di finitura screpolato, ma ancora piuttosto aderente, lo si può ammorbidire con la termopistola per poi sollevarlo con una spatola, badando a non bruciare il legno.
  2. i prodotti svernicianti vanno stesi sulle superfici verniciate e lasciati agire: la reazione provoca il distacco della finitura, da rimuovere con la spatola. La superficie va ben ripulita.
  3. alcune levigatrici permettono il montaggio di accessori sagomati per levigare agevolmente anche nei punti più ostici, dove di solito si accumula una maggior quantità di colore.

Fare piccoli ritocchi

  • piccoli difetti, quali ad esempio i fori dei tarli, si possono occultare applicando un prodotto ceroso da riscaldare a bagnomaria, disponibile in diverse tonalità di colore e sotto forma di stick.
  • prima della stuccatura si strofina la superficie levigata con una miscela di acqua ed ammoniaca: si ottiene un efficace sgrassaggio che permette l’adesione dello stucco per eventuali ritocchi.
  • per riparare piccoli difetti si possono usare le paste di legno plasmanti che si stendono molto bene con la spatola per eliminare scalfitture e ripristinare zone mancanti.

L'uso dei mordenti

Il mordente è un colorante a base acqua o alcool; per legni molto porosi e sottili è preferibile quest’ultimo tipo, in quanto il legno, assorbendo molta acqua, necessita di più passate e può tendere ad imbarcarsi. Per uniformare il colore, applicato a pennello o a tampone, si strofina la superficie con un panno prima che asciughi.

Finitura trasparente e coprente

  1. il flatting, disponibile nelle versioni lucida, opaca, trasparente o pigmentata, difende efficacemente il legno in esterno creando una pellicola elastica. E’ molto usato per le imbarcazioni.
  2. la gommalacca è una resina naturale che si acquista in scaglie e si scioglie in alcool. Si imbeve un batuffolo di cotone o di lana avvolto in una pezzuola di cotone: questo tampone, passato con movimenti paralleli e regolari sul legno (fino a quattro o cinque strati successivi), rilascia la gommalacca.

Tanto gli smalti quanto le vernici vanno stesi seguendo la venatura del legno; una
leggera carteggiatura tra una mano e l’altra elimina le tracce delle setole e permette di ottenere superfici lisce.

Con una pistola a spruzzo si ottiene una smaltatura di alta qualità per l’uniformità con cui la pittura viene nebulizzata sul legno. Conviene utilizzarla su parti molto sagomate su cui è impossibile applicare i prodotti in modo uniforme con un pennello.
Mentre si spruzza bisogna muoversi in continuo per evitare che la vernice goccioli.

Scarica Consiglio Utile .pdf - 393.56 kb

Cerca il punto vendita

Scopri il negozio più vicino a te