Consigli utili da mettere in pratica

SOSTITUIRE SPINA E PRESA

Riparare una presa o sostituire una spina sono forse gli interventi elettrici più frequenti che ci si trova ad affrontare, ma, pur nella loro semplicità, non vanno banalizzati perché spina e presa sono elementi delicati.
Gli elettrodomestici ad elevato assorbimento adottano solitamente spine “tedesche” (schuko) o, comunque, spine tradizionali da 16 Ampére, quelle con ipoli maggiormente distanziati.
La sostituzione va fatta con un tipo analogo, in quanto la spina più piccola (10 Ampére) non può reggere carichi elevati pena il rischio di surriscaldamenti e corto circuiti. Quest’ultima può non avere il collegamento di terra solo per utenze prive di parti metalliche.

Riparare la presa

  1. si allentano le viti che la bloccano alla scatoletta e la si estrae per liberare i conduttori allentando le viti dei morsetti. Se i conduttori sono anneriti vanno tagliati e rispellati poco più a monte.
  2. per installare la presa nuova è necessario che il filo di terra (giallo-verde) sia collegato con il morsetto centrale. Gli altri due vanno collegati ai morsetti laterali stringendo bene le viti.
  3. prima di richiudere la presa bisogna accertarsi che i conduttori non subiscano strozzature all’interno della scatola elettrica; nel serrare le viti si controlla che i ganci aderiscano alle pareti.

Sostituire la spina

  • L’incavo tra le lame delle forbici da elettricista serve per spellare i tre fili interni del cavo, incidendo l’isolante e facendolo scorrere via.
  • I fili in rame vanno attorcigliati su se stessi per irrigidire la parte di conduttore priva di guaina, che va inserita nei morsetti.
  • Si inseriscono i conduttori portati a nudo nei tre morsetti della spina; la fase (marrone) ed il neutro (blu) ai lati, la terra (giallo-verde) al centro.
  • Dopo aver stretto il morsetto fermacavi e controllato che i conduttori non subiscano strozzature, si può chiudere il guscio serrando la vite.

In alcune spine morsettiera e terminali possono essere collocati in due posizioni, in asse con il cavo o “a pipa”, per occupare meno spazio dietro i mobili.

Prima di eseguire qualunque intervento

Prima di intervenire su spine e prese danneggiate, quando si toglie tensione all’impianto di casa azionando la leva dell’interruttore principale, bisogna anche assicurarsi che nessuno possa reinserire tensione a nostra insaputa.
Il salvavita è provvisto di due leve affiancate: abbassando indifferentemente l’una o l’altra si toglie corrente all’impianto. Infatti, la leva bianca ha anche la funzione di test per verificare il corretto funzionamento del salvavita ed abbassandola deve scattare istantaneamente la leva nera.
Al momento di ripristinare la tensione, occorre riportare in posizione prima il test e poi la leva nera, altrimenti questa non si “riarma”.

Indispensabile intervenire prevetivamente su prese e spine per evitare fiamme e cortocircuiti.

Scarica Consiglio Utile .pdf - 389.69 kb

Cerca il punto vendita

Scopri il negozio più vicino a te