Consigli utili da mettere in pratica

SOSTITUIRE UNA MANIGLIA

Com'è fatta la maniglia

La maniglia va scelta in funzione del tipo di meccanismo di chiusura, soprattutto per le finestre. Quasi sempre il meccanismo di queste è del tipo a cremonesi, aste metalliche che penetrano nel telaio ed incassate nel corpo dell’anta, con maniglia a sé stante provvista di quadrello di ferro che si impegna in una cava.
Bisogna fare attenzione che le dimensioni della mascherina in dotazione con la nuova maniglia siano compatibili con il telaio e che, se i fori di fissaggio sono sfalsati rispetto ai precedenti, vadano ad occultare i vecchi. Il quadrello che attraversa la serratura non ha dimensioni standardizzate, pertanto può rivelarsi necessario accorciarlo per portarlo alla giusta lunghezza rispetto allo spessore del telaio della finestra: lo si può fare serrandolo in morsa e tagliando la parte eccedente con un seghetto da ferro, eliminando le sbavature prodotte dal taglio.

Osservando il disegno si capisce come lavora il meccanismo della cremonese, composta da due aste ed un dente centrale, azionati dalla maniglia.
Il dente, ruotando insieme alla maniglia, esce dal telaio dell’anta e penetra in un’apertura presente sull’altra anta. Contemporaneamente si articolano anche le due aste verticali, contrapposte, che si impegnano in due sedi, in alto ed in basso.

Il montaggio

  1. con un cacciavite adeguato si allentano le viti che fissano la vecchia maniglia.
  2. la vecchia maniglia viene via completa di mascherina sfilando il quadrello dalla sua sede. Attenzione a non scheggiare la vernice dell’anta.
  3. si inserisce la nuova maniglia per verificare la lunghezza del quadrello, lo si adatta allo spessore del telaio e si monta definitivamente il tutto, provando il funzionamento del meccanismo.
  4. si centra la mascherina e si inseriscono le prime due viti, una in alto ed una in basso, sfalsate; a seguire, le restanti due viti.

Cambio rapido

  • in alcuni modelli la maniglia per cremonese è costituita da impugnatura, mascherina e meccanismo. Servono quattro viti per bloccare il corpo all’anta, una guarnizione anulare e la vite a grano per bloccare l’impugnatura.
  • se l’impugnatura non è solidale con la mascherina, prima di inserirla sul perno si posiziona la sottile guarnizione anulare.
  • l’impugnatura viene resa solidale con la mascherina e con il quadrello da una vite a grano che si stringe con la chiave a brugola.

Scarica Consiglio Utile .pdf - 390.62 kb

Cerca il punto vendita

Scopri il negozio più vicino a te