Consigli utili da mettere in pratica

STRUTTURE IN LEGNO E CASETTE

Diverse soluzioni

Tra le casette di legno per esterno si trovano prodotti che spaziano dalla cuccia di Fido alla minivilletta con tanto di recinzione propria, passando per ripostigli più o meno spaziosi, gazebo, chioschi, car-port e giochi per bambini.
La loro funzione principale è quella di liberare spazio all’interno dell’abitazione, potendo riporre al riparo gli attrezzi necessari alla cura del verde, oppure di creare uno spazio attrezzato. Il legno è un elemento naturale, pertanto queste costruzioni si integrano ottimamente con il giardino; tavole singole o pannelli preassemblati devono essere di buono spessore e sottoposti a trattamenti protettivi per resistere agli agenti atmosferici. Necessitano di un supporto solido e pavimentato e possono essere montate con poche ore di lavoro.

Un piccolo locale esterno, realizzato con pannelli di legno impregnato, ripara e mantiene in ordine gli attrezzi necessari per le attività di giardinaggio; può essere addossato a parete o a struttura indipendente e permette di liberare spazio in garage.

La casetta-ripostiglio serve a nascondere particolari antiestetici, come il bidone dei rifiuti, protetto da animali ed eventi atmosferici.
Per migliorare l’estetica, alcuni modelli adottano superfici finestrate, vere maniglie di apertura, pavimento interno, ecc.

Rastrelliera da trasporto

Si tratta di un cassone fatto con tavole d’abete, rinforzato negli angoli interni da travetti a sezione quadrata, cui è collegata una struttura ad U rovesciata, sempre di tavole d’abete.
A pochi centimetri dal fondo e ad un’altezza di 60-70 cm si fissano alla struttura verticale due tavolette piane nelle quali è stata praticata una serie di fori corrispondenti ed equidistanti con una sega a tazza Ø 50 mm, per mantenere eretti anche gli attrezzi a manico lungo. Il tutto è montato su ruote, due fisse e
due piroettanti, poste sotto il cassone, il cui fondo è irrobustito da tavolette trasversali.

Per avere fori precisi e perpendicolari il trapano con la sega a tazza va montato sul supporto a colonna. Le due tavolette possono essere forate contemporaneamente
bloccandole con morsetti dopo averle allineate con precisione.

Trattamento del legno in esterno

I manufatti di legno, destinati ad un impiego in esterno, sono quasi sempre sottoposti preventivamente a trattamenti d’impregnazione in profondità, ma dopo qualche anno richiedono un rinnovo della finitura; i prodotti utilizzati devono garantire un’efficace protezione dagli agenti atmosferici e dai raggi UV che provocano sfogliature ed ingrigimento del legno. Si applicano a pennello o a spruzzo.

La vecchia finitura va, per quanto possibile, asportata; in ogni caso occorre una buona carteggiatura della superficie, dopo aver eventualmente colmato con stucco fessure e scheggiature, avendo cura di eliminare lo spolvero con un’energico soffio d’aria compressa e successivamente con uno straccio umido.

Scarica Consiglio Utile .pdf - 439.17 kb

Cerca il punto vendita

Scopri il negozio più vicino a te