Buone recinzioni fanno buoni vicini

Installare una recinzione

Perfect for PeepingPrima di pensare alla messa in opera di una recinzione è importante scegliere il tipo di recinto da realizzare. Se si preferisce un recinto in legno occorre sapere che il materiale è soggetto agli attacchi di insetti e degli agenti atmosferici; occorre quindi preservarne l’integrità trattando il materiale con preservanti chimici. Invece utilizzando componenti in plastica o in calcestruzzo si costruiscono recinzioni quasi esenti da manutenzioni. Per la realizzazione di una recinzione non occorrono permessi comunali, però si consiglia di controllare presso l’Ufficio Tecnico del Comune le eventuali norme in materia di altezze massime, materiali utilizzabili, arretramento dai confini verso strade o spazi pubblici.
In commercio sono disponibili diversi tipi di recinzioni in legno più o meno resistenti. E’ importante valutare l’uso che se ne vuole fare, perché a volte alcune recinzioni sono più decorative che di sostegno. Oltre al legno esistono altri tipi di recinzioni meno costose e più durevoli; le recinzioni in rete metallica per esempio sono una forma di barriera puramente utilitaristica realizzata tesando i pannelli in rete metallica tra i paletti della recinzione. Le vere recinzioni in rete metallica sono realizzate con reti a maglia quadrata inclinata a 45° in robusto filo di ferro zincato o ricoperto di plastica, sospese a fili metallici a alta resistenza tesi tra i paletti.

Recinzioni e grigliati in legno

[self-product-slider skus=”124246,124237,124241,124247,124230,124167,124162″]

Recinzioni in metallo

[self-product-slider skus=”172037,405563,469908,469909,469910,469911,469914,352734″]

Arelle, finte siepi e ombreggianti

[self-product-slider skus=”172089,172090,172091,410908,372005,372004,172270,163908,163930,171930,246712,172097″]